Raggio: Chiuso
Raggio:
km Imposta il raggio di ricerca
Cerca

Tradizione e storia del rustico leccese

Tradizione e storia del rustico leccese

Presente in tutte le vetrine di bar e rosticcerie del Salento, il rustico leccese è pronto per esser gustato già dalle prime ore del mattino: uno stuzzicante aperitivo di metà mattinata ma anche uno spuntino serale da consumare passeggiando nel centro storico di Lecce.

Il rustico leccese può essere considerato il fiore all’occhiello della rosticceria leccese e il Re indiscusso dello street food salentino.

Attualmente è presente nell’elenco nazionale dei prodotti agroalimentari tradizionali del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, ma nella scheda associata si legge:

“Non sono stati ritrovati documenti scritti essendo il processo produttivo tramandato di generazione in generazione. La tradizionalità è assicurata dalla costanza del metodo di produzione adottato da un tempo superiore a quello previsto dalla normativa.”

La mancanza di fonti documentate ci impedisce quindi di stabilire la precisa storia e la data di origine di questa prelibatezza salentina. Si cerca di far chiarezza nel mistero che avvolge la tradizione del rustico leccese studiandone le caratteristiche.

Il rustico leccese viene prodotto utilizzando due dischi di pasta sfoglia (circa 10 cm di diametro il disco inferiore e 12 cm quello superiore), ai quali si unisce un ripieno di mozzarella, besciamella, pomodoro e pepe.

Da escludere l’idea che il rustico sia nato dalla cucina contadina come la maggior parte dei prodotti tipici locali perché in tempi passati non si disponeva così facilmente di ingredienti come la besciamella e la pasta sfoglia. Più probabile quindi che la ricetta del rustico derivi dagli ambienti aristocratici dell’epoca successiva alla prima metà del settecento, ovvero dopo l’invenzione della besciamella (inventata nel XVII dal marchese di Nointel, Louis De Béchamel).

Chiunque sia l’inventore, ciò che sappiamo con certezza è che il rustico leccese è uno dei prodotti culinari a cui i salentini sono più legati. Un prodotto facile e veloce da preparare ma ottimo da gustare tiepido in spiaggia o durante una passeggiata.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati

SalentoLoveFood

Iscriviti alla newsletter per ricevere coupon, offerte e news
dai locali del Salento

I tuoi dati non verranno mai condivisi con nessuno!