Raggio: Chiuso
Raggio:
km Imposta il raggio di ricerca
Cerca

Pasqua nel Salento: cosa visitare?

Pasqua nel Salento: cosa visitare?

Se siete alla ricerca di una meta per le vostre vacanze pasquali, il Salento è la terra che fa per voi: i monumenti, i paesaggi, le piazze, le spiagge e le tradizioni salentine vi sapranno stupire e affascinare. Il Salento è infatti il luogo in cui si respira un’atmosfera antica ed è uno dei pochi luoghi in cui la Pasqua viene ancora festeggiata con i riti tramandati dai popoli antichi.

Alcuni consigli su come trascorrere la Pasqua nel Salento!

Pasqua 2016: cosa visitare a Lecce?

Durante la settimana Santa che precede la domenica di Pasqua, Lecce è una delle città più belle da visitare. Il fascino dello stile barocco è accentuato ancora di più dai mercatini che riempiono le strade del centro storico di Lecce. Mentre visitate i monumenti più belli di Lecce: il Duomo, la Basilica di Santa Croce, l’Anfiteatro, ecc…, potrete conoscere alcuni dei prodotti tipici del Salento e potrete dedicarvi allo shopping!

A partire dalla mattina del Giovedì Santo, nella città di Lecce e in tutti i comuni della Grecia Salentina potrete assistere ai riti tradizionali interpretati dalla popolazione per la celebrazione della Pasqua. Questi riti religiosi, ricchi di tradizione, sono un vero e proprio spettacolo culturale, che farà rimanere ammaliati credenti e non.

Quali sono le chiese più belle del Salento?

Il giovedì che precede la Pasqua, in tutte le chiese di Lecce e dei paesi limitrofi viene celebrata una liturgia serale per commemorare l’ultima cena. A messa conclusa, in tutte le principali chiese vengono allestiti i “Sepolcri”: gli altari delle chiese vengono decorati con lunghi arazzi, grandi tappetti, fiori, germogli di grano e candele che creano un’atmosfera molto suggestiva.

Le chiese più belle da visitare a Lecce sono: la chiesa di San Nicolò e Cataldo risalente al 1180, il Duomo, la Basilica di Santa Croce, la chiesa di Sant’Irene, la chiesa di Santa Chiara e la chiesa del Carmine.

Le chiese da visitare nel resto del Salento sono: la Cattedrale di Santa Maria Annunziata a Otranto, la chiesa di San Domenico a Nardò, il Santuario del Crocifisso della Pietà a Galatone, la chiesa di Santa Caterina a Galatina ed infine la Cattedrale dei SS. Pietro e Paolo sempre a Galatina. Quest’ultima considerata il luogo di incontro tra sacro e profano, tra superstizione e religiosità, perché è in quella cattedrale che venivano portate le donne che necessitavano di esorcismo perché possedute dal demonio, le cosiddette “tarantate”.

Venerdì è il giorno in cui le strade e le piazze si riempiono di cittadini e turisti perché in tutte le città salentine viene organizzata una processione per commemorare la Via Crucis. Particolarmente curata la Via Crucis organizzata a Gallipoli, dove i fedeli interpretano i vari personaggi che accompagnarono Gesù lungo il percorso verso il monte dove è stato crocifisso, indossandone gli abiti e recitandone la parte.

La domenica, giorno in cui viene commemorata la resurrezione di Cristo, nel Salento è giorno di festa e tradizione e come in tutti i giorni di festa, le tavole si riempiono di piatti tipici. Potrete quindi approfittare per gustare alcune delle ricette tipiche del Salento in uno dei tanti ristoranti di Lecce, Otranto, Gallipoli, ecc… che offre un menù pasquale.

I piatti tipici che si mangiano a Pasqua nel Salento: fave nette e cicorie, ciceri e tria, linguine con i ricci, polpo a pignata, pezzetti di cavallo al sugo.

I dolci pasquali del Salento: il tipico pasticciotto leccese e le tradizionali cuddhrure salentine.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati

SalentoLoveFood

Iscriviti alla newsletter per ricevere coupon, offerte e news
dai locali del Salento

I tuoi dati non verranno mai condivisi con nessuno!