Raggio: Chiuso
Raggio:
km Imposta il raggio di ricerca
Cerca

Dolci pasquali salentini: ricetta delle cuddhrure

Dolci pasquali salentini: ricetta delle cuddhrure

Tra le tradizioni culinarie del Salento spicca, nel periodo pasquale, la cuddhrura (anche chiamata puddhrica).

Tutti i salentini sono ormai abituati a ritrovarsela a tavola nel periodo di Pasqua, sia nella versione dolce che nella versione salata, ma com’è nata questa tradizione? Qual è la vera ricetta della cuddhrura salentina?

Il termine cuddhrura deriva dal greco “cullùra, κουλούρα,” ossia “rotondo” o “spirale” e dal latino “pulluceo”, ossia “pane che si offre”. Come si intuisce dal nome stesso, la cuddhrura è una preparazione che ha origine molti anni fa quando le materie prime scarseggiavano ed era una soluzione semplice per i contadini. Grazie a pochissimi ingredienti si riesce infatti ad ottenere un dolce gustoso e pieno di significato: il pane e la farina sono il simbolo dell’abbondanza, l’uovo posto al centro è simbolo di fecondità.

In tutto il Sud d’Italia, ma in particolare nelle provincie di Lecce, si regalava la “cuddhrura” in segno augurale e veniva consumata durante il pranzo della domenica Santa.

A seconda di chi fosse la persona che doveva riceverla in regalo, la cuddhrura veniva realizzata con forme diverse: una bambola, un cestino, un gallo, ecc…

La coddhrura, da un semplice dolce pasquale dei poveri, è diventata nel tempo una delle tradizioni culinarie del Salento più diffuse e attese. Oggi, nel periodo pasquale, le cuddhrure riempiono le vetrine di tutti i bar, panetterie e negozietti locali, ed è stata inserita nell’elenco dei prodotti agroalimentari tradizionali (PAT).

RICETTA CUDDHRURE DOLCI SALENTINE

Ingredienti:

  • 500 gr di farina
  • 200 gr di zucchero
  • 200 gr di olio extravergine di oliva
  • ½ bustina di lievito
  • 3 uova
  • 1 bicchiere di latte
  • La buccia di 1 limone
  • Uova sode (per decorare)
  • Codette colorate o palline di zucchero (per decorare)

Procedimento:

Formate una fontana con la farina e al centro mettete le uova, lo zucchero e la buccia di limone grattugiata e impastate. Continuate aggiungendo l’olio e il lievito, infine aggiungete il latte e continuate ad impastare fino ad ottenere un composto liscio. Avvolgete il panetto ottenuto con la pellicola e lasciatelo in frigo a lievitare per 30 minuti, una volta lievitato stendete l’impasto e realizzate la forma desiderata per la vostra cuddhrura. Coprite la placca del forno con la carta forno, poggiate la vostra cuddhrura e finite di decorarla, aggiungendo anche l’uovo sodo al centro (fissatelo bene con l’impasto avanzato). Spennellate la superficie con il latte infornate: forno preriscaldato, 180° per circa 40 minuti.




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati

SalentoLoveFood

Iscriviti alla newsletter per ricevere coupon, offerte e news
dai locali del Salento

I tuoi dati non verranno mai condivisi con nessuno!